5 SEGRETI PER TROVARE OPERATORI CALL CENTER

13/05/2021 | AgentScout
come trovare operatori call center

1. Di cosa abbiamo bisogno: inbound o outbound?

Occorre prima di tutto capire se abbiamo bisogno di figure inbound o outbound. Facciamo qualche specifica:

  • nel primo caso, siamo di fronte ad
  • operatori
  • call center
  • che rispondono a precise richieste del cliente. Ad esempio, se l’azienda ha un sito o un punto vendita da cui riceve richieste di preventivo da gestire, l'operatore potrà spiegare come funzionano le cose.
  • nel secondo caso, ci riferiamo a risorse in grado di gestire liste fredde di contatti ai quali proporre promozione e soluzioni dell’azienda.

Realizzato questo primo passaggio, avremo bene in mente come iniziare.

2. Quale operatore scegliere: telemarketing o teleseller?

Il secondo passo consisterà nella scelta dell'operatore adatto alla nostra azienda, optando per un telemarketing o un teleseller a seconda delle nostre esigenze.

  • nel primo caso, siamo di fronte a figure in grado di trattare coi clienti e fissare appuntamenti a venditori specializzati ovvero di incuriosire il nostro target potenziale all’acquisto
  • nel secondo caso, invece, ci troviamo davanti a veri e propri
  • venditori telefonici
  • capaci di chiudere vendite e rapporti commerciali direttamente al telefono.

Non esiste una figura migliore dell’altra. Per avere successo, tuttavia, occorre comprendere le dinamiche che muovono la nostra rete commerciale e scegliere gli interpreti giusti per noi.

3. Il potere delle liste profilate

Abbiamo trovato la figura, l’abbiamo formata, gli abbiamo dato uno script telefonico da seguire con le relative varianti. Cos'altro rimane da fare? Senza delle liste profilate di clienti potenziali, andremo da poche parti.

Che si tratti di un teleseller o di un telemarketing, che ci si riferisca a chiamate inbound o outbound, le liste sono fondamentali per centrare gli obiettivi aziendali. Ecco perché dovremmo avere in azienda precisi metodi per costruire liste pulite ed aggiornate prima di affidarsi ad un operatore call center.

4. Stipulare un contratto

Basta soluzioni borderline! Un Teleseller part-time che lavora venti ore a settimana costa all’azienda circa 1.000 Euro al mese, considerate le agevolazioni e contributi inclusi. Mediamente, un operatore call center riesce a finalizzare quattro appuntamenti l’ora o due vendite al giorno se si tratta di teleselling. Inquadrare correttamente la risorsa a livello contrattuale ci permetterà di fare stime precise sulla conversione e di stimare l'effettivo fabbisogno dell'azienda e di ottimizzare le nostre campagne in modo da poter massimizzare i risultati.

5. Non sottostimare le condizioni di lavoro

Far star bene le persone dovrebbe essere la regola principale di ogni azienda. Una risorsa serena e rilassata è motivata a produrre risultati concreti nel tempo e a legarsi all’azienda nel medio lungo termine. Per questa ragione, sottostimare l'importanza delle condizioni di lavoro dei propri dipendenti non è decisamente la strada giusta.

Una volta chiari questi punti per trovare la persona per noi basterà scegliere la giusta agenzia ed indicare con precisione la nostra esigenza, ad esempio: “Due Teleseller inbound sulla provincia di Milano”.

In conclusione, bisogna avere le idee ben chiare quando si tratta di assumere operatori call center. Solo in questo modo, potremo indirizzare la nostra ricerca nel modo più efficiente possibile. Se hai già compiuto tutti i passaggi che ti abbiamo suggerito, non ti resta che iniziare la ricerca con AgentScout.


Ricerca Venditori Subito!

Campo richiesto
Inserisci un'email corretta
Inserisci un numero di telefono corretto